Il foie gras via da tutti i supermercati italiani: la vittoria degli animalisti

Via il foie gras da tutti i supermercati italiani. La vittoria degli animalisti (immag pubbl da Ansa)
di Remo Sabatini
3 Minuti di Lettura
Sabato 20 Febbraio 2021, 19:00

L'ultima, in ordine di tempo, è stata la catena della grande distribuzione Iper che, così come precedentemente fatto dagli altri marchi di supermercati italiani, ha reso noto che non metterà più in vendita il foie gras. Già, ma che cos'è il foie gras? Letteralmente "fegato grasso", è una tradizionale "prelibatezza" francese derivante dal fegato di oche e anatre che vengono ingozzate tramite quella che, nel più gentile dei casi, viene definita alimentazione forzata. Una pratica che, documentata migliaia di volte, prevede l'uso di tubi o imbuti che vengono inseriti a forza nella bocca del povero animale di turno per nutrirlo fino a scoppiare, prima che il suo fegato possa essere trasformato in quella famosa crema e patè distribuita in mezzo mondo.

Così e anche per questo, la notizia che vede la scomparsa dagli scaffali dei supermercati dei preziosi barattolini, ha fatto gridare alla vittoria il mondo animalista che, con Essere Animali, una delle ong ambientaliste più note, da anni si era battuta anche e proprio per questo. "La campagna #ViaDagliScaffali, ha spiegato Essere Animali, era stata lanciata nel 2015 a seguito di una nostra indagine in alcuni allevamenti francesi". Quelle terribili immagini avevano fatto il giro del mondo e riacceso i riflettori su uno dei temi più caldi e sentito dal mondo animalista e non solo. "La nostra campagna è diretta alla grande distribuzione con l'intento di fermare le vendite di questo prodotto, così da indebolirne il mercato". Ad oggi, sono circa 12.800 i supermercati che hanno scelto di non vendere il foie gras. Tra questi, CONAD, Esselunga, Carrefour, Pam e Eataly, senza considerare le altre migliaia di piccoli negozi. "Un traguardo, ha sottolineato la ong, che abbiamo raggiunto solo grazie alle determinazione e all'impegno di tutti i nostri attivisti e simpatizzanti e che necessita comunque, attività di continuo monitoraggio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA