Dieta, perché può causare problemi all’intestino. Gli esperti: «Casi aumentati del 20%»

I gastroenterologi hanno affermato di aver visto un aumento del 20% nell'ultimo periodo.

Dieta, perché può causare problemi all intestino. Gli esperti: «Casi aumentati del 20%»
3 Minuti di Lettura
Venerdì 27 Maggio 2022, 18:03 - Ultimo aggiornamento: 6 Giugno, 18:19

Non sempre la dieta porta benefici. Un cambiamento radicale può causare una cattiva salute dell'intestino. La dietologa Elaine McGowan e la gastroenterologa Barbara Ryan hanno dichiarato di aver assistito a un aumento senza precedenti del numero di persone che si sono fatte avanti per problemi all'intestino. Circa il 20% di questi casi deriva da persone che volevano dimagrire, ma hanno preso decisioni sbagliate.

Dieta Mangiatutto, - 6kg in un mese senza rinunce (ma occhio alle cotture): i segreti e il menù del regime alimentare "super permissivo"

Dieta, problemi intestinali

Gli esperti hanno indicato che la riduzione dell'assunzione di grano e lattosio, l'aumento drastico dell'apporto di fibre o persino seguire una dieta vegana potrebbe avere un impatto sulla salute dell'intestino. Anche se, molto spesso, tutti questi cambiamenti nel nostro stile di vita sono spesso considerati "salutari".

Fitness, combattere la cellulite nell'acqua camminando o di corsa

Il caso

Una giovane donna ha iniziato ad avere problemi digestivi dopo aver apportato modifiche "salutari" alla dieta ed essersi allenata più regolarmente. Dopo aver ascoltato il contenuto della sua nuova dieta, gli esperti hanno scoperto che stava mangiando grandi quantità di fruttani e fruttosio; frullati di spinaci e cavolo nero e ciotole di prugne e datteri. «Questo le stava causando i sintomi di gonfiore perché stava mangiando troppa frutta e fibre», ha detto il Prof. Ryan. «A tutti noi è stato detto di nutrire i nostri batteri intestinali, il che è un'ottima cosa da fare per la salute generale, ma se si assumono molte fibre, i batteri intestinali possono causare problemi», ha aggiunto Elaine al Mirror. Gli esperti consigliano di adottare un approccio all'aumento delle fibre basso e lento, iniziando con un'assunzione giornaliera di 20 g.

 

I possibili problemi della dieta vegana

La dietologa Elaine ha spiegato che una parte importante del problema è rappresentata dai regimi alimentari a base vegetale. Ha aggiunto: «Penso che se le persone vogliono seguire una dieta a base vegetale per motivi morali o etici, allora va bene, ma se si tratta di benefici per dimagrire personalmente non crediamo che sia un approccio più salutare». Elaine sostiene che, per ottenere il fabbisogno di ferro e calcio con una dieta puramente vegana, è necessario mangiare tre ciotole di cavolo, 18 cucchiai di lenticchie e 75 mandorle al giorno.

Come risolvere i problemi intestinali

Rallentare il pasto: la digestione inizia con gli enzimi della bocca. È importante masticare il cibo. Inoltre, mangiare velocemente può causare l'ingestione di aria. Abbandonate le bevande gassate: possono aggiungere gas alla zona addominale e creare distensione. Non mangiate di nascosto: fate riposare l'intestino tra un pasto e l'altro. Quando si digiuna per circa quattro ore si verifica la cosiddetta onda di pulizia, quando la pancia brontola per la fame.

© RIPRODUZIONE RISERVATA