CORONAVIRUS

Cracco, Barbieri, Borghese e il Coronavirus: gli effetti sui loro ristoranti stellati

Giovedì 27 Febbraio 2020
1
La psicosi da coronavirus si riversa anche sui ristoranti degli chef stellati. La gente esce sempre meno per paura del contagio e molti locali restano praticamente vuoti. Nei ristoranti più rinomati, gestiti da chef famosi, le liste d'attesa sono azzerate. Noi siamo riusciti a prenotare un tavolo per 6 persone per una cena di sabato con soli due giorni di anticipo presso il Fourghetti di Bruno Barbieri, a Bologna. Non solo: abbiamo riservato due posti poche ore prima di pranzo, nella stessa giornata della prenotazione. Con la stessa facilità, abbiamo ottenuto una prenotazione anche da Alessandro Borghese -Il lusso della semplicità, a Milano. Foto: Kikapress/Shutterstock/TheFork
LEGGI ANCHE: -- Cannavacciuolo non teme il coronavirus: cosa è successo nel suo locale a Novara in questi giorni © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi