Nasce a Belluno la Confraternita del Grasso, obiettivo riportare consapevolezza sulla qualità dei condimenti

Venerdì 6 Marzo 2020
Con l'obiettivo di riscattare un «elemento nutritivo» troppo spesso frainteso e maltrattato nasce la Confraternita del Grasso. La Confraternita, prima in Italia dedicata al grasso, ha avuto il suo battesimo presso Locanda Solagna Slow Food a Vas (Belluno) che ha ospitato il pranzo di fondazione. Tra i promotori dell'iniziativa, tesa a dare la corretta informazione sull'«elemento nutritivo» protagonista di molte ricette e «simbolo nei secoli di abbondanza e prosperità», sono Andrea Riboni, titolare di Locanda Solagna e Danilo Gasparini, docente di Storia dell'agricoltura e dell'alimentazione all'Università di Padova, docente al Master di Cà Foscari in Cultura del cibo e del vino. Per l'occasione si è costituito il gruppo di lavoro, composto da attori della filiera alimentare, chef, accademici e appassionati. Il gruppo lavorerà allo statuto e al programma di sviluppo.

«Il fine della Confraternita del Grasso - spiega Andrea Riboni- non è quello di dare vita a banchetti luculliani in cui servire cibi affogati nell'unto fine a sè stesso. Al contrario è quello di riportare consapevolezza sulla qualità. La finalità è creare un gruppo dove appassionati di cucina, nutrizione, storia, cultura e lifestyle discutano e si confrontino sul tema. Partiremo dal territorio, ma abbiamo intenzione di aprire il confronto anche con le altre confraternite, con associazioni e istituti di formazione. Vogliamo dare spazio tanto al lato godereccio quanto a quello della ricerca e riflessione accademica». Il prossimo appuntamento della Confraternita è previsto per il 10 agosto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani