Abruzzo, paese mette al bando la frutta sugli alberi per non attirare l'orsa golosa

Abruzzo, paese mette al bando la frutta sugli alberi per non attirare l'orsa golosa
1 Minuto di Lettura
Giovedì 29 Settembre 2016, 18:39

Via la frutta dalle piante all'ingresso di Bisegna, comune del Parco d' Abruzzo in provincia di L'Aquila, e della sua frazione, San Sebastiano, per evitare che l'orso che dal mese di luglio frequenta con assiduità la Valle del Giovenco, nella Marsica, avvistato le prime volte nei pressi delle abitazioni su una pianta di ciliegie, continui ad avvicinarsi troppo. In realtà si tratta di una femmina di circa 4 anni e del peso di 72 Kg - chiamata affettuosamente dagli abitanti del posto Amarena - e alla quale qualche giorno fa è stato messo il radiocollare dal personale del Parco.

Con la collaborazione del Sindaco (che ha emanato una specifica ordinanza), dell'Amministrazione comunale, dei cittadini ed in particolare delle due associazioni locali si è cercato di prevenire l'ingresso dell'orso in paese, rimuovendo la frutta. Le Guardie del Parco e gli Agenti Forestali hanno assicurato la sorveglianza e si è avviato un programma di condizionamento negativo sull'orso, seguito direttamente dal servizio scientifico, che può avere successo solo quando gli interventi avvengano ripetutamente e sistematicamente. Chiamati a collaborare i cittadini di Bisegna e San Sebastiano: dovranno rispettare l'ordinanza del Sindaco, segnalare tempestivamente al servizio di sorveglianza eventuali avvistamenti, evitare comportamenti che disturbino inutilmente l'orso. "Amarena" ora verrà seguita con più continuità, grazie alla presenza del radiocollare GPS che permetterà anche di valutare con maggiore precisione gli effetti della dissuasione e i comportamenti della giovane orsa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA