Moglie maltrattata da sette anni: marito violento allontanato da casa

Moglie maltrattata da sette anni: marito violento allontanato da casa
di Antonino Dolce
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Novembre 2021, 10:37

Fine di un incubo per una donna del Vastese che da anni subiva i maltrattamenti da parte del marito. A portare alla luce quanto accadeva sono stati i carabinieri di Casalbordino, della compagnia di Ortona, in provincia di Chieti, intervenuti dopo l’ultima violenza di una lunga serie che ha convinto la donna a denunciare tutto. I fatti si sono svolti in un Comune dell’entroterra vastese, i militari sono intervenuti dopo la telefonata al 112 di una giovane che segnalava un’aggressione da parte del coniuge ubriaco, fatto questo che si ripeteva da tempo. I carabinieri coordinati dal capitano Luigi Grella si sono recati nell’abitazione della coppia trovando «una situazione familiare alquanto difficile con l’uomo in preda ai fumi dell’alcol che inveiva contro la moglie e i familiari».

Lui la chiama “mostro” e “Belfagor”, lei si separa ma lo lascia a casa. Denuncia dopo nuove violenze

Non è stato semplice per i militari riuscire a far calmare l’uomo e a farlo allontanare in modo che la donna potesse raccontare nello specifico se si trattasse del primo episodio o solo dell’ultimo di un comportamento abituale. La giovane moglie ha così raccontato ai carabinieri che «da oltre sette anni subiva le crescenti violenze del marito» per poi recarsi in caserma per denunciare i fatti. Ai militari ha spiegato che le violenze erano causate da gelosia immotivata e dall’abuso di alcool da parte del marito. I primi maltrattamenti sono iniziati addirittura sette anni fa, quando vivevano all’estero, divenendo, anche dopo il rientro in Italia, sempre più gravi. Se inizialmente la donna era vittima di ingiurie e minacce, nel corso del tempo si è passati ad aggressioni fisiche anche alla presenza dei figli minori. Le indagini delle forze dell’ordine hanno permesso di avere un riscontro ai racconti della donna «che erano tra l’altro avvalorati – spiega Grella – da diversi referti medici nonché dalle testimonianze dei familiari». È scattata così la segnalazione alla Procura di Vasto come previsto dalla normativa chiamata “Codice Rosso”. Su richiesta della Procura di Vasto, il giudice per le indagini preliminari ha disposto nei confronti del marito violento l’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie e, di conseguenza, dai figli. La misura cautelare, «in caso anche di una sola violazione – conclude Grella – potrà essere aggravata fino a giungere alla custodia cautelare in carcere o agli arresti domiciliari».

© RIPRODUZIONE RISERVATA