Legge sui bambini mai nati, vandali della sede di FdI dopo l'incontro con Isabella Rauti

Legge sui bambini mai nati, vandali della sede di Fdi dopo l'incontro con Isabella Rauti
2 Minuti di Lettura
Martedì 23 Novembre 2021, 08:46 - Ultimo aggiornamento: 09:04

Ancora vandali nelle sede di Fratelli d'Italia di Roseto degli Abruzzi. «È l’ennesima violenza che subiamo da quando abbiamo aperto la nostra sede territoriale ad agosto, il clima di false accuse e intolleranza nei nostri confronti è sempre più insostenibile- scrive in un post sulla pagina Fb, FdI di Roseto, in provincia di Teramo - Il tenore delle scritte denota il basso livello di istruzione di chi ha compiuto questo ignobile atto poiché si evince come non abbiano letto o compreso la proposta di legge regionale oggetto dell’incontro di venerdì scorso».

«Ripristineremo l’agibilità della nostra sede perché non sono questi gli atti che possono scoraggiarci o intimorirci, certo è che la nostra idea di democrazia e di politica è distante anni luce rispetto a queste volgari manifestazioni, mai nella vita il nostro partito si abbasserà a un tale livello. Abbiamo denunciato l’episodio e ringraziamo le forze dell’ordine per la vicinanza, sicuri che si arrivi ad individuare i colpevoli» dice FdI.

Tutto sarebbe collegato alla proposta di legge regionale sui un cimitero dei bambini mai nati, appena depositata da FdI. Venerdì scorso della sede di via Nazionale 477 di Roseto era stato organizzato dal coordinamento regionale di Fratelli, d'Italia, con la senatrice e responsabile del dipartimento Pari Opportunità, Famiglia e Valori non negoziabili, Isabella Rauti, per esporre nel dettaglio motivazioni e contenuti del progetto di legge sui bambini mai nati. Un progetto che divide ed ha scatenato molto polemiche in Abruzzo e in Italia.


«Come amministrazione comunale siamo rammaricati per l'atto vandalico che ha colpito questa notte la sede di Fratelli D'Italia. Con grande dispiacere constatiamo che al dialogo e al confronto democratico di idee differenti, si preferiscono comportamenti insensati e violenti. Auspichiamo che le forze dell'ordine possano al più presto individuare i responsabili», ha scritto su Fb, il sindaco di Roseto Mario Nugnes.

© RIPRODUZIONE RISERVATA