Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tragedia durante il party, 19enne aquilano muore in piscina a Roma

Tragedia durante il party, 19enne aquilano muore in piscina a Roma
di Marcello Ianni
2 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Giugno 2022, 08:09 - Ultimo aggiornamento: 15:04

L'ultimo tuffo in piscina, al Tennis Club Appio Claudio a Roma, a notte inoltrata, per festeggiare i 18 anni di un amico, e poi la tragedia con una morte ancora avvolta nel mistero. Doveva essere una festa come tante, scherzi, e divertimento e poi, per cause ancora in fase di accertamento, la tragedia, sotto gli occhi terrorizzati degli amici che hanno tentato in ogni modo di trarlo in salvo, ma il giovane è annegato. È successo lunedì sera in una struttura immersa all'interno del Parco degli Acquedotti, a Roma, dove Zhu Wei Rong di 19 anni di origine cinese ma nato a L'Aquila, non è più riemerso dopo essersi buttato in acqua a conclusione del party cui stava partecipando.


Gli altri ragazzi presenti alla festa hanno inizialmente pensato a uno scherzo, ma in pochi minuti si sono resi conto della situazione e hanno provato a rianimare il giovane. Sul posto sono immediatamente intervenuti gli operatori del 118 che a loro volta hanno praticato per diverso tempo le tecniche rianimatore senza riuscire a salvare il giovane. Dopo poco tempo sul posto sono arrivati anche i carabinieri della Compagnia della Casilina che, raccolte le testimonianze dei presenti, hanno effettuato i primi rilievi. Tra le ipotesi c'è quella di annegamento causato da un malore, forse una congestione causata dallo sbalzo di temperatura, e se ci siano eventuali responsabilità colpose da parte del Circolo per omessa vigilanza, anche se la piscina la notte non è teoricamente fruibile per i clienti, quindi non è prevista la presenza di un bagnino. La Procura ha comunque aperto un fascicolo al momento contro ignoti ipotizzando il reato di omicidio colposo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA