«Tosti napoletano», ma era di Ortona. Contestata la gaffe di Massimo Ranieri

Lunedì 7 Settembre 2020
Massimo Ranieri

Gaffe di Massimo Ranieri ieri sera a Pescara. Nel corso del concerto tenuto al teatro D'Annunzio il popolare cantante ha definito Francesco Paolo Tosti “grande artista napoletano”. Immediata la reazione di gran parte del pubblico presente che ha subito interrotto a gran voce la prolusione di Ranieri : «Tosti era di Ortona! Ma quale napoletano».

Non è stato facile per Ranieri capire immediatamente le contestazioni del pubblico. «Sì lo so che il Vate era abruzzese, sto parlando di Tosti che era napoletano». E di nuovo il pubblico è tornato a correggerlo stavolta con efficacia: «Vi chiedo scusa. Ora volete linciarmi per questo?  - ha risposto a tono Ranieri - purtroppo in internet circolano false informazioni su Tosti» si è difeso. Ma molti dei presenti non hanno accettato le scuse: «E' grave che uno come lui non sappia che Francesco Paolo Tosti non era napoletano ma di Ortona».

A Ranieri non è rimasto che cantare subito A vucchella, la celebre canzone Napoletana scritta dagli abruzzesi Tosti e D'Annunzio. Il pubblico, al termine, non solo lo ha perdonato ma lo ha sentitamente ricoperto di applausi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA