Marcello torna negativo dopo un mese, il cuore gli cede mentre sta per tornare a casa

Marcello torna negativo dopo un mese, il cuore gli cede mentre sta per tornare a casa
di Tito Di Persio
2 Minuti di Lettura

Un morto altro morto per Covid a Teramo. A perdere la vita in una Rsa Marcello Di Pasquale, 85 anni, teramano. E’ deceduto poco ore prima che il figlio lo andasse a riprendere per riportarlo a casa. Un suo conoscente, infatti, racconta che l’85enne, positivo da oltre un mese, l’altro ieri aveva avuto il primo tampone negativo. Ma, come accade spesso, alle persone in età avanzata, il virus potrebbe aver ulteriormente indebolito il suo fisico già provato, e così l’85enne non è potuto tornare nella sua abitazione per rivedere e riabbracciare i suoi famigliari.

Marcello è un personaggio indimenticabile per la città di Teramo. Ha dato tanto al mondo dello sport. Nel 1958, fondò la squadra di calcio giovanile della Motom che poi divenne Interamnia. Così, diede la possibilità a tanti giovani locali, di cimentarsi nel gioco del calcio, scoprendo tanti talenti che poi, con la fusione con il Teramo, nel 1968, furono assorbiti. Uscirono fuori calciatori di talento come: Cantagalli, De Berardinis, Esposito, Giannattasio, Grossi, Paolini, Palantrani, Valbruni. Ottenne tanti successi, portando l’Interamnia a giocare in serie D con l’allenatore Alberto Allegretti, fino alla fusione delle due società. Rimase dirigente per qualche tempo nella nuova U.S. Teramo, per poi uscirne quasi dimenticato, come spesso, avviene.

Lui, con il fratello Gabriele ed il papà, Antonio, gestiva una avviata officina e rivendita ufficiale Piaggio, in corso De Michetti, a Porta Madonna. Luogo, dove i giovani teramani andavano a tesserarsi. Marcello lascia la moglie Lea, i figli Italo e Fabio. I funerali si svolgeranno domani alle 10, presso la chiesa di San Vincenzo di Colleatterato Alto.

Venerdì 14 Maggio 2021, 07:49 - Ultimo aggiornamento: 16:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA