Muore a 51 anni Carla Cimini, geometra del Comune di Montorio

Carla Cimini. Muore a 51 anni Carla Cimini, geometra del Comune di Montorio
di Daniela Facciolini
3 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Dicembre 2021, 08:55

Lutto a Montorio al Vomano, ma anche a Teramo, per la morte di una mamma di 51 anni, all’ospedale “Mazzini”. Carla Cimini era originaria della frazione di Spiano, si era trasferita da anni in località Piane di Collevecchio e lavorava come geometra al Municipio di Montorio dove anche il marito Giancarlo D’Ambrosio è dipendente comunale. Donna sensibile, forte, madre di un bambino di 9 anni, da oltre 10 anni combatteva come una guerriera, contro un male. Non si era mai arresa, fino a quando le forze glielo hanno permesso.
Conosciutissima nell’intero territorio del Vomano e nel capoluogo, la notizia della sua morte ha sconvolto le due comunità. Sono stati tantissimi i messaggi di affetto sul suo profilo e sul gruppo facebook di “Amare Montorio”. « Carla era una donna speciale», come la ricordano tutti coloro che l’hanno conosciuta. «Straordinaria e coraggiosa» per la maniera con la quale aveva affrontato il male, che l’aveva colpita da anni fino a sovrastarla negli ultimi mesi.

A molti raccontava sempre di essere più forte e che alla fine avrebbe vinto quella immane battaglia. E’ stata una donna generosa, sempre pronta al sorriso verso chiunque e nonostante le sofferenze che l’affliggevano, riusciva ad avere sempre un dolce pensiero per il prossimo: e dire che la malattia la costringeva con frequenza a recarsi in ospedale per provare a lenirne le sofferenze. Anche sul lavoro era molto garbata, intelligente e prodiga. Sono in tanti a ricordarla con affetto. Tra i messaggi di cordoglio, anche quello della sezione Anpi di Montorio, che si è unita al dolore «per la perdita inattesa di una madre e di una moglie affettuosa e di una gran lavoratrice, sempre vicina alle esigenze dei cittadini e delle cittadine». Le esequie oggi alle 14 nella Chiesa di Sant’Emidio in Piane di Collevecchio. La salma sarà poi tumulata nel Cimitero della frazione di Frondarola.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA