Tenta di strangolare la moglie, l'uomo fatto arrestare dai suoceri

Tenta di strangolare la moglie, l'uomo fatto arrestare dai suoceri
di Teodora Poeta
2 Minuti di Lettura
Sabato 2 Dicembre 2023, 07:31

In un primo momento le voci dai toni alterati che provenivano dall’altro appartamento del palazzo avevano fatto credere ai parenti che c’era in corso l’ennesima discussione in famiglia. Poi, però, i toni diventati sempre più accesi, i boati dei rumori più forti con le urla e le richieste d’aiuto hanno fatto scattare da parte dei suoceri la chiamata d’intervento ai carabinieri. Sono stati loro, infatti, a fare quella telefonata che ha permesso l’altra sera ai militari di arrivare giusto in tempo in una casa che si trova a Val Vomano (Teramo). All’arrivo dei militari sul posto un 30enne del luogo è stato bloccato mentre stringeva le mani al collo della moglie. La donna, in evidente stato di choc, aveva altri segni di violenza fisica addosso. L’uomo è stato, quindi, arrestato in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia e portato nel carcere di Castrogno.

Secondo una prima ricostruzione, tra i due sarebbe scoppiata una furiosa lite. L’ennesima, poiché stando a quanto risulta lei lo aveva già denunciato per pregressi episodi tanto da spingere la procura a richiedere una misura nei confronti del trentenne a tutela della donna, respinta però dal gip.

Quando l’altra sera lui si è ripresentato a casa, forse perché voleva tentare un riavvicinamento o per chiedere chiarimenti, la discussione è degenerata. Il 30enne a quel punto ha prima sfogato la sua rabbia contro gli oggetti di casa, tanto che quando i militari sono entrati nell’appartamento hanno trovato attorno diverse cose distrutte e molte altre buttate a terra, dopodiché se l’è presa con la compagna, aggredendola fisicamente con schiaffi e pugni, fino a tentare di strangolarla.

Fortunatamente i suoceri si sono allarmati quando hanno sentito le sue urla e la richiesta d’aiuto e hanno subito chiamato il 112 per fare intervenire i carabinieri. La donna, subito dopo, è stata portata al pronto soccorso per gli accertamenti del caso, mentre lui, ora, dovrà attendere la convalida dell’arresto scattato in flagranza di reato. Una vicenda che fa tornare subito alla mente i molti, troppi casi di violenza sulle donne che continuano purtroppo ad essere raccontati nelle cronache e a finire nelle aule giudiziarie, dove i casi di codice rosso sono sempre più numerosi nonostante i tanti appelli rivolti agli uomini. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA