Sorpresi a rubare, scappano e si nascondono sotto le auto in sosta: tre arresti

Sabato 24 Ottobre 2020 di Patrizio Iavarone
Sorpresi a rubare, scappano e si nascondono sotto le auto: tre arresti

I carabinieri di Sulmona li hanno sorpresi in via Pescara l’altra notte mentre cercavano di aprire un furgone Ducato: un trapano manuale per estrarre il blocco accensione e tutto il materiale necessario in auto per compiere un lavoro da professionisti. Per questo tre giovani pugliesi, Giuseppe Alfieri, Gianluca Cotugno e Antonio Cirulli, sono stati arrestati con l’accusa di tentato furto dagli uomini del capitano Maurizio Dino Guida dopo una rocambolesca fuga che ha visto i tre ladri fuggire prima a piedi e poi tentare di nascondersi sotto le auto.

Borseggiatori seriali di anziani, denunciati due pescaresi a Bomba
Il “guardia e ladri” è finito però poco dopo quando i militari li hanno fermati e perquisiti, trovando un set da scasso completo, particolare che ha avvalorato la tesi che si trattasse di professionisti in trasferta. Dalla visione delle immagini di videosorveglianza è arrivata poi un’altra conferma: i tre avevano tentato prima del Ducato, di rubare anche una Golf e una Skoda. Secondo gli inquirenti, però, i tre sono ladri specializzati nei furti d’auto e probabilmente non hanno nulla a che fare con la serie di furti nelle abitazioni che si sono consumate nei giorni scorsi sul territorio. L’ultimo due giorni fa a Corfinio, dove in pieno pomeriggio i ladri hanno forzato la finestra di una villetta e hanno sottratto oro e monili che erano custoditi in casa. Un bottino non particolarmente sostanzioso, che però ha messo in allarme le forze dell’ordine, perché, come già accaduto in passato, potrebbe trattarsi solo dell’inizio di una serie di furti che la criminalità del settore esegue ciclicamente in alcune zone.
Qualche anno fa il periodo dei furti durò quasi due mesi, con i ladri che entravano nelle case incuranti del fatto che dentro vi fossero gli inquilini. I tre ladri d’auto, invece, dopo essere stati arrestati sono stati trasferiti nel carcere di Rieti (per le misure anti Covid il carcere di Sulmona è off limits per i detenuti in attesa di giudizio) a disposizione dei magistrati per l’udienza di convalida dell’arresto che si terrà probabilmente nella giornata di oggi.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA