Tenta di suicidarsi dal viadotto:
un vigile del fuoco le salva la vita

di Gianluca Lettieri
Stava salendo sul parapetto del viadotto. Una donna di 51 anni voleva suicidarsi, ma è stata salvata da un vigile del fuoco. È successo sulla provinciale Chieti-Valpescara, la strada a scorrimento veloce che collega il capoluogo teatino al casello Dragonara dell’autostrada A14. Una storia a lieto fine solo grazie all’intervento di Michele Sulpizio, capo squadra esperto del comando provinciale dei vigili del fuoco di Chieti. Il pompiere stava tornando nella caserma di via Masci dopo aver prestato servizio al nucleo elicotteri di Pescara: si è accorto della presenza della donna nei pressi del guardrail e l’ha afferrata, impedendole così di portare a termine il suo gesto. In quegli istanti sono transitati anche un poliziotto della Stradale di Chieti e un maresciallo della Guardia costiera, che hanno partecipato al salvataggio. La cinquantunenne aveva parcheggiato la sua auto, una Fiat Panda, a poca distanza. Subito dopo sono intervenute le pattuglie del reparto prevenzione crimine di Pescara, le volanti della polizia di Chieti, altri vigili del fuoco teatini, l’ambulanza del 118 e il marito della cinquantunenne. Sembra che la donna, residente a San Giovanni Teatino, soffra di crisi depressive. È stata portata in ospedale per accertamenti. Ma, prima di salire sull'ambulanza, ha abbracciato il suo angelo. Il vigile del fuoco che le ha salvato la vita. 
Luned├Č 9 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 10-07-2018 10:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP