CORONAVIRUS

Studente contagiato dal Covid al liceo, tamponi in ritardo. La Asl: troppe richieste

Martedì 6 Ottobre 2020
Studente contagiato al liceo, tamponi in ritardo. La Asl: troppe richieste

Dopo l’allarme momentaneamente rientrato al Marconi, nelle scuole superiori di Pescara si registra il primo caso di positività. Si tratta di uno studente di quattordici anni, residente a Collecorvino, che frequenta il liceo Misticoni-Bellisario. Come riporta la preside Raffaella Cocco, alla notizia è immediatamente scattata l’attivazione dei protocolli: «Abbiamo fatto tutto ciò che ci compete relativamente all’isolamento di alunni e personale, all’igienizzazione dei locali e alla trasmissione di tutti i dati per il tracciamento alla Asl, con cui siamo in contatto costante e da cui ci aspettiamo un supporto puntuale per l’esecuzione tempestiva dei tamponi».

La Asl tuttavia fa sapere di essere oberata di lavoro per cui le tempistiche non saranno brevi. Nel frattempo la classe in questione proseguirà con la didattica a distanza. In isolamento due docenti che hanno avuto contatti con il positivo nelle quarantotto ore precedenti, uno dei quali, insegnando anche in altra classe, verrà sostituito da un supplente. La positività, emersa nella giornata di domenica e forse originata in ambito domestico, conferma come la scuola sia un terreno delicato in cui convergono influenze esterne dovute a relazioni familiari, parentali e amicali, e come di conseguenza possa rischiare di divenire, malgrado i rigidi protocolli, involontario veicolo di contagio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA