Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Spento dopo 18 ore di intervento l’incendio a Silvi: in cenere venti ettari di vegetazione.

Spento dopo 18 ore di intervento l incendio a Silvi: in cenere venti ettari di vegetazione.
di Tito Di Persio
2 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Luglio 2022, 08:48

Sono da poco concluse, (alle 8.04) le operazioni di spegnimenti del vasto incendio nella zona collinare Pianacce a Silvi. Il fuoco ha incenerito 20 ettari di vegetazione. Sulla vicenda indaga la procura di Teramo. Al momento sono aperte tutte le ipotesi compreso il dolo.

Il rogo si è sviluppato verso le 14 di ieri in una zona di sterpaglie e canneto vicino un canile, delle abitazioni private e un campo di pannelli fotovoltaici. Nell'intervento sono impegnate tre squadre dei vigili del fuoco di Roseto degli Abruzzi, Nereto e Pescara, con due autopompe, tre fuoristrada con moduli antincendio e con l'ausilio di tre autobotti inviate sul posto dalle sedi centrali di Teramo e Pescara. Alle operazioni di intervento hanno collaborato anche tre squadre di volontari AIB di Roseto degli Abruzzi e dell'Associazione Gran Sasso di Mosciano Sant'Angelo. Sul posto è stato impegnato anche un DOS (Direttore delle Operazioni di Spegnimento) del Comando di Teramo, a cui è affidato il coordinamento di un elicottero del Reparto volo dei vigili del fuoco di Pescara che ha effettuato diversi lanci nelle aree incendiate meno accessibili per le squadre a terra.

Vista l’ingestibilità delle fiamme è stato chiesto anche l’ausilio dell’elicottero Erickson S64-F che è riuscito ad effettuare solo cinque lanci di acqua, poi un guasto tecnico l’ha costretto a rientrare alla base. Lo schieramento degli uomini dei vigili del fuoco ha impedito che le fiamme potessero raggiungere le abitazioni e il canile. Determinante è stata la collaborazione di alcuni agricoltori che con i trattori hanno scavato dei solchi per salvare il campo di pannelli fotovoltaici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA