Sorgentone, strepitoso vincitore di Italia's got talent, torna a suonare a Giulianova

Domenica 24 Marzo 2019 di Azzurra Marcozzi
Un’esibizione esplosiva come il suo talento che, mischiato a quella buona dose di follia e creatività, è diventato il cocktail di una vittoria schiacciante. L’artista Antonio Sorgentone, di Giulianova, pianista swing apprezzato in tutta Europa, è il vincitore dell’edizione 2019 di “Italia’s got talent” su Sky Uno e Tv8. Un talento il suo che i giuliesi hanno conosciuto ed apprezzato per anni, seguendolo nei numerosi concerti portati in città. Per poi approdare nei grandi club della Capitale e non solo: il suo swing, infatti, ha fatto il giro d’Europa.

Che Antonio Sorgentone avrebbe lasciato il segno, questo i giuliesi lo sapevano. Ma ogni dubbio è stato messo a tacere quando, nella prima puntata del celebre talent, andato in onda venerdì 11 gennaio, la giudice più schietta e temibile Mara Maionchi, lo premia, senza indugi, con il Golden Buzzer che porta Sorgentone dritto in finale. La stessa Maionchi che paragona il suo talento al genio di Jerry Lee Lewis. Nei giorni che precedevano la diretta di venerdì sera, tantissimi sono stati gli appelli al voto dei concittadini di Sorgentone che, con una emozione indescrivibile, l’hanno visto trionfare nella Got Talent Arena, davanti a milioni di telespettatori: gli stessi che l’hanno eletto grande talento d’Italia.

Infuocata, nel vero senso del termine, l’esibizione che ha portato Sorgentone alla vittoria: sulla scia dei ricordi di quando i suoi genitori lo portavano in vacanza in Sardegna, dove l’artista ha raccontato di essere rimasto stregato dai tipici canti sardi. Nella finale del talent Sorgentone ha regalato al pubblico un fenomenale mix, mescolando i canti popolari allo swing, nel brano “Bon Bon 3”, insieme al suo gruppo ed introdotto da un coro sardo, “infuocando” ,nel vero senso del termine, il suo pianoforte. Con Antonio, che porta a casa il primo premio e 100 mila euro, vincono anche i suoi musicisti: il chitarrista teramano Remo Leonzi, che compone il gruppo con i romani Federico Ullo (contrabasso) e Fabrizio Sarchia (batteria). Ed intanto Giulianova conta i giorni che la separano dalla più attesa esibizione di Sorgentone: quella sul palco di piazza Buozzi, il 21 aprile, per i festeggiamenti della Madonna dello Splendore. Una “festa” nella festa che potrebbe passere alla storia. Ed a proposito di festa, segnatamente nella serata del 21 aprile, quando dovrà esibirsi potrebbero esserci problemi di piazza, troppo piccola piazza Buozzi e si potrebbe trasferire il tutto nella più capiente piazza della libertà con i fuochi piromusicali del 22 trasferiti a loro volta nel piazza del santuario. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma