L'Aquila: si uccide a 75 anni con un colpo di fucile, la frazione di Pianola in lutto

Martedì 12 Maggio 2020 di Marcello Ianni
Indaga la polizia dell'Aquila
Tragedia nel pomeriggio di ieri, lunedì 11 maggio, alla periferia dell'Aquila: anziano si uccide con il suo fucile e inutile è stato il disperato tentativo dei medici di strapparlo alla morte.

E’ accaduto intorno alle 14, all’interno di un capanno utilizzato a rimessa agricola nella zona della Mausonia. A perdere la vita A.C. S., di 75 anni, della frazione di Pianola, che approfittando di trovarsi solo all’interno della rimessa si è chiuso dentro ed ha posto in essere il gesto estremo.

A trovare il corpo esanime a terra dell’anziano alcuni parenti, insospettiti di non aver da diverso tempo più sue notizie. Sul posto sono immediatamente intervenuti gli operatori del 118 i quali, dopo le prime cure del caso, hanno trasferito il ferito all’ospedale. Sul posto dopo poco sono intervenuti anche gli agenti della Squadra volante della Questura per effettuare i rilievi.

I medici hanno sottoposto il ferito a un intervento chirurgico ma le lesioni gravi riportate a causa della fucilata a distanza ravvicinata non ha lasciato scampo all’anziano, deceduto dopo poco tempo il ricovero. La salma è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria che potrebbe disporre dell’autopsia prima di concedere il nullaosta per i funerali.

Il suicidio è ora in mano agli agenti della Squadra mobile. Sarebbe stata trovata una lettera che è al vaglio degli investigatori. L’anziano, che lascia moglie e due figli, in passato non sembra avesse mostrato segni di disturbi.

Marcello Ianni © RIPRODUZIONE RISERVATA