Si abbassa i pantaloni e chiede di far sesso a tre ragazze in strada: denunciato

Sabato 25 Gennaio 2020 di Teodora Poeta
Molestò tre donne che di sera stavano rincasando da sole, avvicinandole e chiedendo loro prestazioni sessuali con i pantaloni già abbassati. Una vicenda che tra marzo e giugno del 2018 a Teramo provocò clamore e panico, fino a quando i carabinieri non riuscirono ad identificarlo proprio grazie al riconoscimento delle vittime. E’ lui, adesso, l’imputato per molestie del processo che si sta svolgendo davanti al giudice onorario Massimo Biscardi. Si tratta di G.O., 34enne teramano in cura per problemi psichici, difeso dall’avvocato Giovanni Battista Quintiliani.

Tutte e tre le donne hanno raccontato, ieri, in aula, una stessa dinamica dei fatti: sempre colte di sorpresa alle spalle mentre tornavano a casa da sole nella tarda serata, una di loro in via del Baluardo, un’altra in vico del Cigno e l’ultima in via Dei Mille. «Stavo aprendo il portone – ha riferito la vittima 35enne – quando ho sentito dei rumori dietro di me. Mi sono girata e l’ho visto. Aveva la maglietta sulla testa e i pantaloni abbassati». Le gridava frasi oscene. «A quel punto mi sono chiusa nell’androne e ho chiamato i carabinieri». Pure di fronte alle altre donne si è fatto trovare seminudo, con i pantaloni calati. La sua ex fidanzata ha raccontato che «nell’ultimo periodo era un po’ strano. Era taciturno quando stavamo insieme».  © RIPRODUZIONE RISERVATA