Serie C, il Teramo naufraga a Pordenone (4-0)

Domenica 14 Aprile 2019
Niente da fare per il Teramo in casa della prima della classe che vince con un netto 4-0 e fa un ulteriore passo in avanti verso la promozione in Serie B.

Il Pordenone mette in chiaro le cose già dopo 36’: gara sul 4-0 e Teramo praticamente inerme. Sono Zammarini e Magnaghi, su azione in fotocopia dalla destra di Ciurria, a portare avanti 2-0 i padroni di casa. I Ramarri poi sbagliano un calcio di rigore con Burrai (parata di Pacini che in precedenza aveva atterrato Candellone), ma lo stesso Burrai prima della mezz’ora colpisce per il 3-0 da calcio di punizione. 

I titoli di coda anticipati arrivano al 36’, quando Candellone firma il poker. La ripresa è solo un’attesa della fine con il Teramo che avrà sabato prossimo lo scontro salvezza contro la Vis Pesaro al Bonolis per chiudere definitivamente i conti e tenere la categoria.

PORDENONE - TERAMO 4 - 0

Pordenone: Bindi; Semenzato (40’st Cotali), Barison (8’st Stefani), Bassoli, De Agostini; Zammarini, Burrai, Misuraca (25’st Damian); Ciurria; Magnaghi (25’st Rover), Candellone (40’st Nardini). A disp.: Lonoce, Meneghetti, Gavazzi, Germinale, Vogliacco, Frabotta, Florio, Cotali. All.: Tesser.
Teramo: Pacini; Polak, Caidi, Fiordaliso; Ventola, Spinozzi, Proietti, Armeno (25’st De Grazia), Celli; Sparacello, Infantino (1’st Barbuti). A disp.: Lewandowski, Celentano, Pezone, Bregasi, Cappa, Altobelli. All.: Maurizi.
Arbitro: Pasciuta di Ravenna.
Reti: 6’pt Zammarini; 11′pt Magnaghi; 29’pt Burrai; 36’pt Candellone.
Note: ammoniti Vogliacco, Polak, Caidi, Barison, Zammarini, De Agostini, Candellone; recuperi 1’ e 3’. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Più pulito della barba umana», è la rivincita del manto canino

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma