Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Abruzzo, muore in mare durante la nuotata all'alba

Secondo cadavere in mare: è il secondo in meno 24 ore
di Tito Di Persio
1 Minuto di Lettura
Lunedì 28 Giugno 2021, 11:03 - Ultimo aggiornamento: 14:33

Stroncato da malore in mare lungo la costa teramana. A ritrovare il corpo senza vita di un uomo di 85 anni, Mario Masciarelli, di Ascoli Piceno, riverso in acqua con la faccia in giù a pochi metri dalla riva nei pressi dell’hotel Meripol ad Alba Adriatica è stato un assistente bagnate. Il bagnino appena lo ha visto ha portato subito l’anziano a riva ed ha chiesto ad alcuni presenti di allertare i soccorsi. Sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118 che si è data subito da fare per rianimarlo. Purtroppo tutti gli sforzi sono risultati vani.

La causa della morte sembrerebbe dovuto ad un malore durante una nuotata Sul luogo anche la capitaneria di porto e i carabinieri della locale stazione. Masciarelli era in vacanza con la moglie nella città costiera. I due coniugi marchigiani si sarebbero svegliati all’alba. Mentre lei avrebbe deciso di andare a passeggiare in pineta, a quanto pare lui sarebbe andato a fare una nuotata, poi finita in tragedia. Il comandante della capitaneria di porto i Giulianova Daniela Sutera, raccomanda di non avventurarsi in acqua mai da soli, anche se in giovane età e in buona salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA