Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

A caccia di cibo due orsi “visitano” il campo scout: paura nella notte per un gruppo di ragazzi di Pescara

A caccia di cibo due orsi visitano il campo scout: paura nella notte per il gruppo di ragazzi di Pescara (foto di un orso marsicano in un blitz in città)
di Manlio Biancone
3 Minuti di Lettura
Sabato 7 Agosto 2021, 09:50 - Ultimo aggiornamento: 09:52

L’altra notte un gruppo di ragazzi di Pescara impegnati al campo scout, in località Fonte Licia di Lecce dei Marsi, in provincia dell'Aquila, hanno ricevuto la visita di due orsi marsicani adulti richiamati dalle loro dispense cariche di frutta e altri alimenti. L’incursione dei due splendidi animali che abitano i boschi del Parco Nazionale d'Abruzzo hanno creato qualche problema tra il gruppo di ragazzi tanto che i responsabili hanno subito dato l’allarme e fatto intervenire gli aiuti. Sul posto, sono subito arrivati i carabinieri del nucleo Parchi, quelli della stazione territoriale, i carabinieri forestali e le Guardie del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Si tratta di tutto personale specializzato che ha saputo immediatamente gestire la situazione.

Orso si arrampica sull'albero: scorpacciata di ciliegie. Il video diventa virale

Non lontano dal campo scout è stato trovato un esemplare di orso bruno marsicano adulto. L’animale è stato allontanato ed è stata perlustrata tutta l’area per garantire sicurezza ai giovani. Grazie all’immediata collaborazione anche dell’amministrazione comunale i ragazzi sono stati riportati a valle e messi in sicurezza. Secondo la ricostruzione poi fatta a seguito del sopralluogo delle forze dell’ordine, è stato accertato che gli animali erano stati richiamati da diverse buste lasciate nel campo, con all’interno frutta e altri rifiuti organici. Le incursioni estive degli orsi continuano, resta un evento straordinario, anche se poi le notizie di contatti tra uomo e animale sono sempre al centro delle cronache nel nostro territorio. Una delle ultime incursioni è quella dell’orsetto Juan Carrito a Collarmele che si è divertito a visitare tutti i pollai del paese e ci sono voluti una ventina di forestali per riportarlo in montagna, utilizzando anche colpi di fucile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA