Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Samuel stroncato a 6 anni da una malattia rara. Il nonno: «Non c'erano più cure per lui»

Samuel stroncato a 6 anni da una malattia rara. Il nonno: «Non c'erano più cure per lui»
di Manlio Biancone
2 Minuti di Lettura
Giovedì 1 Aprile 2021, 08:41

Non ce l’ha fatta il piccolo Samuel: ieri mattina si è spento nella sua casa, a Magliano dei Marsi (L'Aquila), dopo aver lottato con un male incurabile. La notizia della morte è stata confermata direttamente dalla famiglia. Il bimbo di 6 anni, era malato dalla nascita. La sua storia aveva fatto commuovere non solo Magliano dei Marsi dove viveva ma l’intera Marsica e in molti si erano mobilitati e avevano partecipato a una raccolta fondi per combattere il male.

«Mio nipote Samuel è morto perché non c’erano più cure per lui». È la verità del nonno Felice Capogrosso, legatissimo al bimbo e molto noto a Magliano dei Marsi per il suo passato da portiere nelle squadre di categoria. «Dopo sei anni di lotta i genitori si sono dovuti arrendere alla realtà. Una realtà che fa rabbrividire. E fa arrabbiare. Voglio che si sappia - afferma con voce commossa il nonno -: il piccolo è morto dopo aver combattuto a lungo contro questa malattia neuro degenerativa. E’ il terzo caso al mondo, ci dissero i medici dell’ospedale Bambin Gesù e quindi non c’è stata mai ricerca per questa malattia e le cure non hanno potuto fare nulla».

«Un bambino bellissimo che se n’è andato. La madre Martina e il padre Andrea hanno combattuto ma alla fine si sono dovuti arrendere. In molti li hanno aiutati, anche “Le Iene” con un loro servizio hanno contribuito ai fondi per sostenere la malattia di Samuel. Ringrazio tutti per l’amore che hanno manifestato nei confronti di questo piccolo. Abbiamo provato di tutto. Samuel, martedì, era stato accompagnato al Pronto soccorso dell’ospedale di Avezzano perché a causa di un rigurgito aveva avuto un problema respiratorio, ma i medici ci avevano rassicurato e lo abbiamo riportato a casa».

Oggi alle 15, nella chiesa di Santa Lucia di Magliano dei Marsi si terrà il rito funebre e poi la piccola bara bianca verrà accompagnata nella tomba di famiglia al cimitero dei paese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA