Maxi rogo di auto, forse è tornato il piromane che incendia le vetture

Maxi rogo di auto, forse è tornato il piromane che incendia le vetture
di Patrizia Pennella
2 Minuti di Lettura
Domenica 10 Ottobre 2021, 07:43

Quattro auto completamente divorate dal fuoco, altre gravemente danneggiate dal calore dell'incendio. E' stato un piccolo inferno quello che si è scatenato all'alba di ieri mattina in via Verrotti a Montesilvano, nel deposito di autovetture Di Blasio. L'allarme alla centrale operativa dei vigili del fuoco è arrivato poco dopo le sei: è stato necessario l'intervento di due squadre, una del distaccamento di Montesilvano, l'altra arrivata da Pescara, per avere ragione delle fiamme in una situazione ambientale ovviamente pericolosa, a causa del gran numero di mezzi ricoverati nell'area.

Si tratta di una struttura che fa anche servizio di deposito giudiziario, per mezzi sottoposti a sequestro, sia esso penale che amministrativo. Ed è anche questo aspetto a dare un impulso all'ipotesi del dolo. Dopo aver messo in sicurezza l'area i vigili del fuoco hanno effettuato una ricognizione per verificare la presenza di eventuali inneschi utilizzati per appiccare l'incendio. Sul posto, per i rilievi, anche i carabinieri della compagnia di Montesilvano che, coordinati dal capitano Donato Agostinelli, hanno effettuato i primi riscontri investigativi. Il titolare del deposito ha detto di non aver mai ricevuto minacce. D'altra parte quelli colpiti dalle fiamme non sono certo i mezzi di maggior valore tra quelli custoditi all'interno del deposito: si tratta di auto vecchie, un paio addirittura già rottamate e quindi di scarso valore.

A subire danni da calore poi, sono stati altre tre autovetture e un furgone, oltre al telone di un semirimorchio. Di tutti i mezzi ora dovrà essere reperita la documentazione, per verificare se i proprietari o comunque le persone a cui sono stati eventualmente sequestrati siano coinvolte in inchieste particolari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA