Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ragazzino annegato, una raccolta di fondi per la famiglia di “Momo”

Ragazzino annegato, una raccolta di fondi per la famiglia di “Momo”
2 Minuti di Lettura
Giovedì 27 Giugno 2019, 09:21
Gara di solidarietà per la famiglia di Mohamed, per tutti "Momo", il ragazzino di 14 anni annegato a largo di Giulianova. Il vescovo di Teramo, monsignor Leuzzi, commosso, ha detto: «La Chiesa tutta di Teramo-Atri si stringe alla famiglia di Mohamed e rinnova l’impegno a non abbandonare il percorso formativo dei ragazzi . La Caritas era molto vicina al ragazzo ed alla madre, (spesso mangiavano alla mensa) ma dobbiamo fare molto di più, anche nelle parrocchie, perché i ragazzi non si sentano mai soli».

Marco Giannella dell’Arci di Teramo ha dichiarato: «Mohamed per tutti eri “Momo”. Siamo stati fortunati a conoscerti perchè così profondamente diverso dai tuoi coetanei, non solo per questione etnica, ma di più per lo spirito di vita, per la voglia di vita imparagonabile rispetto a chi passa le proprie giornate a trascinarsi nella noia di attività extrascolastiche mal digerite»

Il sindaco Jwan Costantini ha rivolto al quattordicenne questo saluto: «Giulianova tutta si stringe attorno ai famigliari del giovane Mohamed. Le nostre forze dell'ordine e i volontari non si sono risparmiati nelle ricerche, lavorando giorno e notte, aggrappati ad una flebile speranza. Caro giovane Mohamed il mare ti è stato ostile, che sia gentile con te il cielo». E così il sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto: «Caro piccolo Mohamed ti giunga e ti accompagni fino in cielo il dolce abbraccio della nostra, della tua città». Ieri pomeriggio D'Alberto ha presieduto una manifestazione in piazza Martiri della Libertà, a Teramo, gremita soprattutto di giovani, stretto attorno alla madre e ai famigliari del ragazzo. L ’associazione Weekend’Arte, aderendo alla sensibilizzazione in atto, disporrà delle cassette per la raccolta fondi a favore della famiglia di Mohamed. «La volontà è quella di dare un sostegno economico in un momento già di per sé drammatico. La raccolta fondi dei tre giorni sarà consegnata a Elisa D’Ottavio che ci ha contattato e che sta sensibilizzando la nostra comunità». Questa mattina manifestazione di solidarietà anche a Giulianova in piazza Martiri della Libertà.
© RIPRODUZIONE RISERVATA