Precipita mentre vernicia un balcone nel cantiere: due indagati

Precipita mentre vernicia un balcone nel cantiere: due indagati
di Marcello Ianni
2 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Novembre 2022, 08:32

Dopo venti giorni dalla morte per un infortunio avvenuto in cantiere, oggi al via l'esame medico-legale presso l'obitorio dell'ospedale di Rieti dell'operaio aquilano Luca Di Virgilio di 56 anni deceduto dopo una caduta all'interno di un cantiere della ricostruzione post terremoto (2016) a Leonessa in Provincia di Rieti. Un esame atteso dai familiari della vittima (rappresentati dagli avvocati Giulio Michele Lazzaro e Roberto Tinari) non solo per la prosecuzione dell'inchiesta ma anche per poter dare finalmente degna sepoltura al loro congiunto.


L'attività della Procura della Repubblica di Rieti è stata connotata prima da un primo rinvio dell'autopsia per una mancata notifica ad uno degli avvocati, poi da un secondo stop con data da destinarsi (scelta dal Pubblico ministero titolare del fascicolo ad oggi) per l'eventuale individuazione di altri possibili indagati (che a vario titolo hanno avuto a che fare con l'appalto in questione o operato nel cantiere stesso) non indicati nel primo avviso di garanzia, così come eccepito dallo stesso avvocato Lazzaro. Alla fine gli indagati per omicidio colposo restano gli stessi: il titolare della ditta aquilana, Scimia Arte e Costruzioni di Vincenzino Scimia, con sede legale a Monticchio (assistito dagli avvocati Massimo Carosi e Vincenzo Angelini) ed Augusto Andres Brewer Zucchi, direttore tecnico della stessa impresa edile, assistito dagli avvocati Roberto Madama e Claudio Verini.


Di Virgilio a quanto pare era impegnato in una verniciatura di un balcone del condominio. Il cantiere affidato alla ditta aquilana Scimia Arte e Costruzioni di Vincenzino Scimia, sembrerebbe essere stato riconsegnato. Mancava qualche lavoro di rifinitura sulle quali stava appunto lavorando Di Virgilio che al momento della rovinosa caduta a terra dalla scala, si trovava da solo e lo stesso cantiere era chiuso. Ad accorgersi del corpo riverso a terra dell'operaio un passante che ha fatto scattare l'allarme. Ma per l'operaio non c'è stato nulla da fare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA