Rotary, nasce la "costola" picena a Roseto. Obiettivi: greenguide e progetti dedicati alla natura

Giovedì 25 Giugno 2020
Rotary, i fondatori Rotary, nasce la

La lingua costiera che congiunge San Benedetto del Tronto a Montesilvano, ha trovato in Roseto, il baricentro del nuovo Rotary Club Hatriaticum Piceno Roseto. «Il nome descrive già di suo, la vision, la mission e lo spessore storico-culturale, cui tenderà il club» dicono i fondatori. In un momento storico come quello attuale, il governatore del Distretto Rotary, Basilio Luigi Ciucci, in carica nell'anno rotariano 2019-2020, ha incaricato Silviano Scardecchia e Antonio Lera a una mission impossible, portare nuova linfa vitale, attraverso uomini e donne di provate capacità, al Rotary, investendo i nuovi soci di quello spirito di service, cardine di ogni club Rotary che si rispetti.

«In pochi mesi si è aggregato, un nucleo di 30 nuovi soci, tutti di altissimo livello, dalle più disparate professionalità ed estrazioni culturali - spiegano i fondatori - Particolare attenzione sarà dedicata all'ambiente e alla natura, con la realizzazione di una greenguide e di progetti volti alla salvaguardia dei patrimoni geoterritoriali, al recupero storico di quei borghi antichi che altrimenti sarebbero destinati a diventare città fantasma, a progettualità comuni per l’economia e lo sviluppo delle risorse delle imprese ed altre importanti iniziative, in collaborazione con gli altri club di servizio e associazioni di volontariato che operano nel territorio Piceno adriatico». Il oresidente Antonio Lera, portavoce del club, sottolinea che «oltre alle iniziative già poste in essere, nell'immediato sono in programma diverse attività, volte al miglioramento e al mantenimento della salute psico-fisica». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA