Pescara, a Natale niente sesso a pagamento: vietato anche guardare le prostitute

Pescara, a Natale niente sesso a pagamento: vietato anche guardare le prostitute
1 Minuto di Lettura
Giovedì 8 Dicembre 2016, 12:17

Le prostitute a Natale? A Pescara sarà vietato perfino guardarle, almeno se sei alla guida dell'auto. Figuriamoci fermarsi per parlarci o contrattare la prestazione. Sarà davvero un casto Natale a Pescara, se verrà rispettata l'ordinanza anti squillo del sindaco Marco Alessandrini che entrerà in vigore oggi e avrà effetto fino al 28 febbraio,  allo scopo di allontanare lucciole e clienti dalle strade in occasione delle feste.

Così, per l'intera giornata sarà vietato agli automobilisti, che transitano in prossimità di abitazioni e luoghi pubblici con “attività di meretricio”, di fermarsi e chiedere informazioni o contrattare prestazioni, ma anche di rallentare bruscamente e accostarsi sulle strade dell'area della Nazionale adriatica sud, dal confine con Francavilla al mare, dell'area compresa tra via Michelangelo Buonarroti, via Teramo, via Ferrari e via De Gasperi, via Pavone e Bassani e sottopassi ferroviari, dell'area compresa tra il Lungomare Matteotti, via Regina Margherita, viale Bovio, piazza Martiri Pennesi e Corso Vittorio Emanuele e dell'area compresa tra via Cavour, viale della Riviera e via Nazionale adriatica nord fino al confine con Montesilvano. Per i trasgressori sanzioni da 300 a 500 euro, mentre per chi mostrerà atteggiamenti offensivi per la pubblica decenza andranno da 25 a 500 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA