Il Pescara resta in serie B dopo la lotteria dei calci di rigore. Retrocede il Perugia

Sabato 15 Agosto 2020
Il Pescara resta in serie B dopo la lotteria dei calci di rigore. Retrocede il Perugia
Il Pescara resta in serie B. Sono serviti i calci di rigore per conoscere chi, tra Perugia e biancazzurri, si salva e chi retrocede in Serie C. Ad avere la meglio, dopo 120 minuti chiusi sul 2-1 (stesso risultato della gara di andata) sono stati gli uomini di Sottil.   Al 15′ Pucciarelli porta in vantaggio gli adriatici, ma qualche minuto più tardi i padroni di casa pervengono al pareggio con Kouan. Sempre nel primo tempo, Perugia ancora in gol: realizzazione a firma di Melchiorri al 40′. Il 2-1 rimane immutato fino ad arrivare ai tiri dal dischetto.

A referto le realizzazioni di Busellato e Mazzocchi, quindi le parate di Vicario su Galano e Fiorillo su Buonaiuto. Delfino che va in vantaggio grazie al rigore di Melegoni cui fa seguito la parata di Fiorillo su Iemmello; abruzzesi che provano a prendere il largo con Memushaj cui però risponde Carraro. A questo punto è Masciangelo a segnare il rigore decisivo (nella foto). Il Pescara è salvo, il Perugia torna in C dopo sei anni. © RIPRODUZIONE RISERVATA