All'Archivio di Stato di Pescara
la mostra storica Belgrado 1456

Giovedì 10 Ottobre 2019
PESCARA Nell'ambito di DOMENICA DI CARTA la Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Abruzzo e del Molise promuove ed espone la mostra storica Belgrado 1456, di proprietà del Centro Sudi di San Giovanni da Capestrano e curata dal professor Federico Canaccini, all'Archivio di Stato di Pescara in via Cesare De Titta, 1. Il percorso, discorsivo e didattico, narra della Battaglia di Belgrado che vede tra i protagonisti il francescano Giovanni da Capestrano che, con la predicazione egli riuscì a formare e mobilitare un grande esercito, per lo più composto da crociati, risolutivo per la battaglia finale e fondamentale per frenare temporaneamente l’avanzata Turco-ottomana.
Una prima sezione è dedicata al clima di crociata, profetismo e astrologia che si respirava in Europa dopo la caduta di Bisanzio nel 1453.
La seconda sezione riguarda le pratiche di guerra e di assedio utilizzate nel Medioevo. Vi si possono ammirare riproduzioni di macchine di assedio, plastici ricostruttivi.
L’ultima sezione, infine, si concentra su un episodio meno noto sullo scontro tra Occidente e Oriente, la battaglia alle porte di Belgrado e il fallito assedio della città che, anche se temporaneamente, impedì l’avanzata dei Turchi verso il cuore dell’Europa. Le fasi dello scontro e dei suoi protagonisti sono testimoniate da chi c’era, in una cronaca puntuale redatta da Fra Giacomo da Tagliacozzo, devoto e inseparabile amico di Giovanni da Capestrano.
La mostra rimarrà aperta fino al 13 dicembre con il seguente orario: lunedì - venerdì 8,30 - 13.00.
Info: 0852924769 e-mail sab-amo@beniculturali.it © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma