Pescara, battaglia per salvare gli alberi: Giulio si stende davanti alla pianta da abbattere

Giovedì 15 Settembre 2016
1
PESCARA - Si stende davanti all'albero da abbattere. Succede a Pescara, dove il Comune vuol tagliare alberi pericolanti, difesi però dagli ambientalisti. Così Giulio ha scelto di difendere con il suo corpo un alto fusto, al culmine di uno scontro violentissimo tra associazioni e Municipio.

Nel mirino «Un sindaco - si legge in una nota - che con i suoi collaboratori è fuggito ieri, sottraendosi addirittura al semplice contraddittorio sui gravissimi errori segnalati dai cittadini a via del Santuario (e non solo), nonostante avesse concordato la visita poche ore prima in consiglio comunale durante le proteste con tanto di stretta di mano. Il Comune di Pescara ufficialmente non sa neanche la specie dell'albero da abbattere. In un viale storico dove passeggiava D'Annunzio. Un'area vincolata. Questo è il livello di questa amministrazione che a fine agosto non ha neanche concesso qualche giorno alle associazioni per leggere le carte, probabilmente conscia dei limiti evidenti della documentazione a supporto dell'operazione».

Per salvare gli alberi sono intervenuti oggi anche Erri De Luca e Gassman. Ultimo aggiornamento: 15:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma