Avezzano, paziente per 12 ore al pronto soccorso con un aneurisma cerebrale. I familiari vanno dal sindaco

Venerdì 7 Ottobre 2016
AVEZZANO - Un 42enne di Castellafiume, sposato, con una figlia minore, è stato ricoverato in gravissime condizioni al reparto di Neochirurgia dell’Aquila per un aneurisma cerebrale. Ora dopo l’intervento chirurgico è in coma farmacologico e i medici attendono le 48 ore per sciogliere la prognosi riservata. Ma l’uomo prima di essere trasportato all’Aquila è stato parcheggiato per diverse ore all’ospedale di Avezzano dove era arrivato in gravissime condizioni e forse un reparto di neochirurgia avrebbe limitato i danni.

La protesta dei parenti infatti si è fatta subito sentire e hanno chiesto al sindaco di Avezzano di intervenire presso la Regione per riaprire l’attività di neurochirurgia così come promesso dal direttore generale della Asl, Rinaldo Tordera. Il sindaco di Avezzano , Giovanni Di Pangranzio, si è subito attivato per ribadire che il reparto va riaperto nel più greve tempo possibile. © RIPRODUZIONE RISERVATA