Passa con il rosso, l'automobilista impugna la multa: condannato il Comune

Passa con il rosso, l'automobilista impugna la multa: condannato il Comune
di Manlio Biancone
2 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Gennaio 2020, 09:38

Passa con il rosso ma il giudice di pace, Agostino Colucci, condanna il comune di Avezzano a pagare le spese legali a un automobilista sanzionato dal semaforo del T-red all’incrocio tra via XX Settembre e via dei Fiori. La sentenza, che apre un altro capitolo nell’intricata partita delle migliaia di multe affibbiate nel corso di pochi mesi – centinaia impugnate davanti al giudice di pace e al prefetto dell’Aquila – riguarda un ricorso presentato da un uomo, assistita dall’avvocato Giovanni Sorgi, per essere passato con il rosso. Il difensore ha proposto opposizione avverso il verbale di accertamento di violazione alle norme del Codice della Strada redatto dalla Polizia Locale di Avezzano per la violazioni , così come si legge nel verbale di contestazione impugnato, in quanto: «Il conducente del veicolo sopra indicato, proveniente da via XX Settembre con direzione di marcia Celano- Avezzano, proseguiva la marcia senza arrestarsi, nonostante che il semaforo posto all’incrocio con via Dei Fiori indicasse la luce rossa per la direzione presa dal conducente».

Con il ricorso l'avvocato Sorgi ha eccepito tra l'altro nei motivi di impugnazione l'illegittimità del verbale di contestazione impugnato adducendo la violazione da parte del Comune di Avezzano, ovvero di avergli notificato il verbale oltre il termine di giorni 90 dall'accertamento dell'infrazione contestata. Il Comune , regolarmente convenuto in giudizio, si è costituito con memoria difensiva con la quale chiedeva il rigetto del ricorso rivendicando la legittimità dell'accertamento compiuto. Ma il giudice ha ritenuto il ricorso fondato e meritevole di accoglimento e ha condannato il comune alle spese.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA