MATTARELLA

«Partigiani titini infami e assassini». Striscione di Casapaund nel giorno di Mattarella a Teramo

Lunedì 10 Febbraio 2020 di Tito Di Persio
«Partigiani titini infami e assassini». Casapaund nel giorno di Mattarella a Teramo

Un grande striscione con la scritta "Partigiani titini infami e assassini" con il caratteristico simbolo della tartaruga di CasaPound, è stato attaccato la notte a Teramo in attesa della visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Teramo che coincide con la data del ricordo nel “Giorno del Ricordo”. Data fissata nel 2004 per commemorare gli infoibati e le migliaia di istriani, fiumani e dalmati cacciati dalle loro case tra l'8 settembre del 1943 e il 10 febbraio del 1947.

Già nella giornata di ieri, dal Quirinale, il presidente Mattarella aveva ricordato come le Foibe furono «sciagura nazionale», invitando a coltivare la memoria per contrastare nel presente «piccole sacche di deprecabile negazionismo militante. Nella consapevolezza che, avverte il capo dello Stato, «oggi il vero avversario da battere, più forte e più insidioso, è l'indifferenza che si nutre spesso della mancata conoscenza».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA