Padre sequestrato in casa dal figlio, colpito da malore: è gravissimo

Sabato 2 Febbraio 2019
E' in gravi condizioni all'ospedale di Pescara l'uomo sequestrato ieri dal figlio, che si è barricato in casa per ore. Il genitore è stato colpito da malore dopo la terribile avventura.

La giornata di follia ieri a Tocco da' Casauria. Al culmine di una lite con la madre, un ragazzo di 28 anni, affetto da alcune problematiche di natura psichica, si è barricato nella sua casa con il padre di 66 anni, minacciando di ucciderlo con un coltello. Un fatto che ha stravolto il tranquillo paese della Val Pescara, che per quasi cinque ore si è trovato a vivere scene mai viste. Lungo le strade, forze dell'ordine, ambulanze del 118, mezzi dei vigili del fuoco, reparti specializzati dei carabinieri. Il tutto per cercare di far desistere il giovane, che era completamente fuori di sé.

Dopo una estenuante negoziazione portata avanti dai carabinieri del comando provinciale, diretti dal colonnello Marco Riscaldati, e da un loro mediatore il ragazzo pian pian ha ceduto, consentendo poi ai militari di entrare nell'abitazione e di prestare quindi soccorso al padre, il quale presentava sul corpo diverse ferite causate dalle percosse ricevute. Per questo è stato trasportato all'ospedale di Pescara. In un primo tempo le sue condizioni non apparivano particolarmente serie, poi il quadro clinico è precipitato e gli è stata riscontrata una emorragia cerebrale. Ora è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Neurochirurgia. Considerato lo stato mentale alterato, pure il 28enne è stato ricoverato in ospedale. Si sta adesso valutando se far scattare nei suo confronti l'arresto. Ultimo aggiornamento: 09:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma