Blitz di Amarena a Trasacco, il direttore del Parco: «E' un'orsa confidente, non ha paura dell'uomo»

Blitz di Amarena a Trasacco, il direttore del Parco: «E' un'orsa confidente, non ha paura dell'uomo»
di Manlio Biancone
3 Minuti di Lettura
Lunedì 24 Maggio 2021, 09:33 - Ultimo aggiornamento: 25 Maggio, 10:13

 L’ orsa Amarena l’altra notte ha visitato anche il centro di Trasacco, in provincia di Chieti, e qui è stata immortalata dal video girato da un uomo, che era con la moglie e i figli, che si è trovato l’orso davanti all’improvviso. È stata avvistata in via Francesco Baracca intorno alle 22 e, alla vista delle persone, si è data alla fuga per le strade del paese. Qualcuno l’ha inseguita e disturbata con urla e l’animale si è spaventato ed è fuggito. Non ci sono stati danni a cose o a persone.

Il presidente dopo l'area contigua laziale: «Il Parco un’occasione di sviluppo, starci dentro è un valore»


Il sindaco di Trasacco, Cesidio Lobene, di concerto con il Parco Nazionale d’Abruzzo, raccomanda a chiunque incontrasse l’orso di essere responsabile: «Non bisogna in alcun modo spaventare l’animale, è fondamentale non dare del cibo all’animale e non disturbarlo. Dopo l’avvistamento è importante avvisare le autorità competenti». Nei giorni scorsi Amarena era scesa, alle 19 di pomeriggio ancora quando c’era luce, a Pescina in una piazzetta dove stavano giocando dei ragazzini, c’è stato il panico in paese anche perché in questo centro l’orso non si era mai avventurato. Mamma Amarena ormai è diventata una star, considerato che l’anno prima con i suoi quattro cuccioli andava a spasso oltre i confini del territorio del Parco, ora ha lasciato i suoi orsetti e da sola scende nei centri abitati a caccia di polli e galline, cibo a quanto pare irresistibile per l’animale simbolo del Parco.

Abruzzo, catturato e “battezzato” l'orsetto impertinente: si chiamerà Juan Carrito

Perché l’ orsa scende continuamente nei paesi e abbandona il territorio del Parco? « Amarena è un’ orsa confidente – precisa Luciano Sammarone, direttore del Parco - e ciò vuol dire che ha perso la sua naturale diffidenza nei confronti dell’uomo. Alla vista delle persone non fugge immediatamente. Si avvicina alle aree abitate in orari e con frequenza molto diversi rispetto a quanto fatto dagli altri orsi e da tutta la fauna in generale. La visita di Amarena è stata senza dubbio accolta con interesse e attenzione dalla popolazione locale, incuriosita dalla maestosa bellezza dell’animale. Allo stesso tempo, però, la troppa curiosità di un evento così eccezionale ha spinto qualcuno ad adottare comportamenti sbagliati nei confronti dell’ orsa e dei suoi cuccioli, inseguendoli e mettendoli spesso all’angolo senza possibilità di fuga, come riscontrato nei video realizzati e postati sui social: è un comportamento sbagliato, l’animale non va disturbato».
Ma.Bian.

© RIPRODUZIONE RISERVATA