Trovata nuda e con orribili ustioni: il giallo della donna senza nome

Trovata nuda e con orribili ustioni: il giallo della donna senza nome
2 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Settembre 2021, 08:20

Nuda, con addosso solo gli slip e una coperta bagnata che probabilmente qualcuno le aveva tirato, o con cui lei stessa si era riparata, in stato confusionale, straniera: forse russa o comunque di un paese dell'Est. È ancora sconosciuta l'identità della donna ustionata soccorsa l'altra sera lungo corso Umberto a Montesilvano (Pescara). In condizioni assolutamente precarie non aveva documenti con sé, non riusciva a parlare, solo a gridare per il dolore delle ferite sulla schiena.

Ieri mattina, con un'ambulanza, è stata trasportata all'ospedale di Brindisi, che ha un reparto specializzato nel trattamento di pazienti con gravi ustioni. I medici pescaresi, ovviamente, non hanno sciolto la prognosi: le ustioni non sono molto profonde, ma coprono schiena, gambe e braccia all'incirca il trenta per cento del corpo. Ed è proprio questa estensione a creare qualche preoccupazione nei sanitari. In più la donna ha le vie aeree, la gola in particolare, parzialmente ostruite dal fumo, che comunque ha respirato, e questo è un altro fattore di rischio. Nella mattinata di ieri la polizia scientifica ha effettuato alcuni rilievi, in particolare dattiloscopici, per arrivare all'identificazione della donna.


La prima ipotesi è che si tratti di una persona straniera, senza fissa dimora, tra i cinquanta e i cinquantacinque anni di età, almeno in apparenza. Vive con molta probabilità una condizione di disagio psicologico: quando è stata prelevata aveva l'alito di chi ha bevuto qualche alcolico di troppo. Non era lucida, ma lo stato confusionale potrebbe essere anche attribuibile al dolore provocato dalle lacerazioni superficiali della pelle. I dati acquisiti sono stati passati attraverso le banche dati disponibili per arrivare a ricostruire l'identità della donna e qualche indicazione, in tarda serata, sarebbe arrivata. Ma i carabinieri di Montesilvano, diretti dal capitano Luca La Verghetta, sono ancora in attesa di riscontri definitivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA