Marco morto a 32 anni nello schianto contro una palma: si cerca di ricostruire l'incidente con i filmati delle telecamere

Invece di curvare con la moto è finito contro una palma. Non è chiara la dinamica dell'incidente costato la vita, a Montesilvano (Pescara) a Marco De Luca, 32enne di Città Sant'Angelo. Attorno alle 4 di ieri mattina, stava percorrendo il lungomare quando all'altezza dei grandi alberghi, in via Aldo Moro, ha perso il controllo della sua motocicletta Bmw. Il ragazzo è morto sul colpo. I sanitari del 118 arrivati dopo pochissimi minuti non hanno potuto fra altro che costatarne il decesso. Sul posto anche i carabinieri, coordinati dal capitano Luca La Verghetta, che si sono occupati dei rilievi e di ricostruire la dinamica dell'incidente.

Al momento non ancora del tutto chiari i motivi che hanno portato il 32enne a perdere il controllo del mezzo, per cui non si esclude nulla dalla velocità elevata ad un sorpasso azzardato sino al malore. Per fare chiarezza si spera che un aiuto possa giungere da qualche testimone. Al più presto inoltre saranno visionate le immagini delle telecamere della zona. L'impatto mortale si è verificato vicino all'hotel Sea Lion, quasi all'altezza di una curva. Invece di girare, il centauro è finito fuori strada. Da quanto emerso, stava tornando a casa dopo una serata trascorsa con alcuni amici sulla riviera di Pescara. Amici che ora lo ricordano come “un ragazzo bravissimo e buono” e così i residenti della contrada Madonna della Pace a Città Sant'Angelo, dove abitava insieme ai suoi genitori.

Una famiglia molto conosciuta in paese, in particolare il padre, responsabile del personale all'ex azienda Barberini spa, da giugno entrata a far parte del gruppo Luxottica, in cui lavorano diversi giovani della zona. E fra loro anche Marco. Da subito tutti i dipendenti della ditta si sono stretti attorno ai genitori. E oggi saranno sicuramente presenti ai funerali in programma alle 16 nella chiesa di Sant'Agostino a Marina di Città Sant'Angelo. Nel primo pomeriggio di ieri, infatti, il magistrato di turno, dopo i vari accertamenti necroscopici, ha dato il via libera alla restituzione della salma ai parenti.
Domenica 16 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:47

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP