Covid, morto Franco Morisi: tra i clienti del suo negozio nel Parco d'Abruzzo anche attori, registi e la scrittrice Dacia Maraini

Domenica 29 Novembre 2020 di Sonia Paglia
Franco Morisi con la figlia Valentina nel negozio di articoli sportivi

Ha vestito la scrittrice Dacia Maraini, il regista Riccardo Milani e la moglie Paola Cortellesi, Franco Nero. In passato anche il regista Ettore Scola, assiduo frequentatore del Parco d'Abruzzo tanto che la città di Pescasseroli gli ha intitolato il cinema. Erano clienti, poi diventati amici, del commerciante di abbigliamento sportivo Franco Morisi, 82 anni, morto a causa del virus nell'ospedale di Atri. Morisi era originario e residente a Pescasseroli, padre dell’ex vice sindaca, Valentina. Uomo elegante e raffinato, Morisi doveva festeggiare il suo compleanno il 3 dicembre. Purtroppo, le complicanze dovute al Covid-19, lo hanno strappato alla vita. Morisi era ricoverato nel nosocomio in provincia di Teramo da circa una settimana. Era affetto da patologie pregresse, ma l’infezione da coronavirus, avrebbe peggiorato il suo quadro clinico, portandolo alla morte, avvenuta, ieri, nelle prime ore del mattino.

Franco Morisi è stato uno dei primi commercianti di abbigliamento del Parco nazionale d'Abruzzo frequentato anche da attori e Vip che serviva con gentilezza e competenza. «Su quelle montagne mi ci hanno portato le tue scarpe. La tua gentilezza mi accompagnerà. Grazie Franco», ha scritto sul suo profilo Facebook, il regista romano Riccardo Milani. Un uomo discreto, gentile, colto, dal portamento elegante, che amava e rispettava la natura.

«Pescasseroli resta privo di un pezzo di storia importante - commenta l’assessore del comune di Pescasseroli, Attilio Pistilli- Una perdita che ha segnato il paese. Franco Morisi era conosciuto ed apprezzato da residenti e turisti, per il suo modo raffinato e rispettoso di porsi con le persone. Nel suo negozio di articoli sportivi, ha vestito diverse generazioni. Anche attori, registi e scrittori. Era padre dell’ex vice sindaco, Valentina Morisi. Assistiamo a un novembre triste per la comunità pescasserolese, a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al virus. Il mio invito, costante, rivolto alla popolazione è quello di rispettare le disposizioni dettate, per prevenire e limitare il rischio di diffusione del nuovo coronavirus. Soprattutto sottoporsi alla screening massivo, voluto dalla Regione Abruzzo». Franco Morisi lascia la moglie e tre figli.

Ultimo aggiornamento: 14:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA