Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ubriaco e drogato, minaccia di buttarsi dalla finestra dell'hotel: immobilizzato con il taser

Ubriaco e drogato, minaccia di buttarsi dalla finestra dell'hotel: immobilizzato con il taser
1 Minuto di Lettura
Lunedì 13 Giugno 2022, 09:01

Ha minacciato di suicidarsi da una finestra al quarto piano dell'hotel Parco Paglia, e solo dopo due ore di lavoro dei poliziotti è rientrato nella sua stanza ed ha aperto la porta. Protagonista un operaio albanese di 42 anni residente a Voghera, a Chieti per lavoro. Trasportato al pronto soccorso in stato di grande agitazione è stato immobilizzato con il taser, nel timore che volesse aggredire i presenti.

Quella che si sarebbe trasformata in una notte di tensione e paura è iniziata quando l'uomo, alterato per sua ammissione dall'uso di alcol, eroina e cocaina, poco prima delle due è sceso nella reception pretendendo di riavere la carta di identità e lamentando la mancanza di luce in stanza (che si attiva con una apposita scheda) che lui stesso, evidentemente, non aveva usato. Risalito ha dunque scavalcato la ringhiera della finestra e, tenendosi con una mano, si è messo a gridare minacciando di lasciarsi cadere nel vuoto da un'altezza di 15 metri.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA