Litiga con il padre, gli ruba il furgoncino e precipita per 40 metri: 17enne salvo per miracolo

Giovedì 23 Maggio 2019
Un furgone condotto da un minorenne di Carsoli (L'Aquila) ha sfondato il guardrail e ha fatto un volo di quaranta metri, finendo sul piazzale di uno stabilimento industriale. Il giovane, 17 anni, senza patente, si era messo alla guida dopo un’accesa discussione con il padre. Miracolato, è stato ricoverato in gravi condizioni per essere sottoposto ad vari interventi chirurgici per le fratture multiple riportate agli arti.

Il drammatico episodio è avvenuto ieri mattina lungo l’autostrada A24,direzione Roma, nei pressi di Carsoli. I primi soccorsi hanno trovato il ragazzo, all’interno della cabina di guida, che era vigile e gridava aiuto. Sembra che il giovane abbia preso il furgone del padre dopo un litigio e ad alta velocità si sia immesso sull’autostrata. Il suo stato psichico in quel momento non era dei migliori e questo forse avrebbe favorito l’incidente. Secondo una prima ricostruzione degli agenti della polstrada di Carsoli, coordinati dall’ispettore Paolo Prosperi, forse un malore del conducente potrebbe essere stata la causa dello sbandamento del furgoncino.

Il mezzo come una scheggia impazzita è carambolato fuori strada e è finito nel piazzale sottostante, semidistrutto. Il ragazzo se la caverà Ultimo aggiornamento: 09:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma