Legna e ricotta per regalo, indagato ex maresciallo dei carabinieri

Legna e ricotta per regalo, indagato ex maresciallo dei carabinieri
1 Minuto di Lettura
Venerdì 10 Gennaio 2020, 08:58

Al via, ieri, il processo per un ex maresciallo dei carabinieri di Teramano. Dovrà difendersi dall’accusa di aver tentato di farsi consegnare, dopo essersi presentato in divisa da un pastore del posto, formaggio e ricotte di capra, ma anche legna da due boscaioli. Ad opporsi alle sue richieste sono stati marito e moglie i quali, nonostante l'imputato si fosse presentato in divisa e sapendo bene chi fosse, non hanno accettato di consegnargli una pizza di formaggio di capra da due chili, chiesta due volte, e altro formaggio utilizzato da loro per la dimostrazione della produzione casearia alla festa della transumanza.

«Tutta la produzione del formaggio è del maresciallo!», avrebbe detto il maresciallo. Ma al loro diniego era poi seguita una sua minaccia: «Te la farò pagare!». Secondo l’accusa proprio perché non riusciva ad ottenere ciò che aveva chiesto, avrebbe anche detto al produttore di formaggio: «Ti hanno comunicato che ora manderò il controllo dei Nas presso la tua abitazione?». Da un boscaiolo del posto, invece, sarebbe riuscito ad avere 15 quintali di legna, per un valore di circa 150 euro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA