La nonnina dei record, Anna spegne 105 candeline

Giovedì 20 Febbraio 2020

Il 20 febbraio di 105 anni fa, alle cinque del mattino, nasceva Anna Di Palma, per la gioia di papà Giovanni e di mamma Rachele Di Cintio. E oggi la comunità di San Giovanni Teatino festeggia con gioia lo straordinario traguardo della sua nonnina, che ha spento la sua centocinquesima candelina circondata da un immenso affetto.
 
 «Venire a trovare Anna il 20 di febbraio - dichiara il sindaco Luciano Marinucci - è ormai una gioiosa consuetudine. Da quando ha compiuto cento anni, infatti, ogni anno veniamo a festeggiare la nostra Anna, ed è sempre una grande emozione. La donna più longeva di San Giovanni Teatino è un esempio di spirito di sacrificio, lavoro, umiltà e amore incondizionato per la famiglia. È un onore portare i nostri auguri ad Anna, che per noi simboleggia valori fondamentali, e alla quale siamo profondamente legati».
 
Anna Di Palma è stata sposata con Cesare Chiacchiaretta, scomparso nel 1944 durante la seconda guerra mondiale. Classico esempio di donna d’altri tempi, ha cresciuto con carattere e forza tre figli, Achille, Matilde e Rachele che oggi hanno, rispettivamente, 81, 79 e 77 anni. La Nonna di San Giovanni Teatino ha otto nipoti, sette maschi e una femmina, e sette pronipoti. Una vita passata sui campi, la sua, e a vendere al mercato i prodotti che coltivava, trascinando il suo carretto in bicicletta fino alla piazza. Un’esistenza intera dedicata alla famiglia e al lavoro. Ed è proprio questo, forse, il segreto della sua longevità. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Zero pubblico, il Bioparco pensa ai fondi

di Marco Pasqua