L’Aquila, videosorveglianza presto in Giunta mentre il parco del Castello si rifà il look

Sabato 23 Febbraio 2019 di Daniela Rosone
L’AQUILA - Gli aquilani chiedono sempre maggiore sicurezza anche contro gli atti vandalici che spesso toccano parchi, monumenti appena restaurati e palazzi riconsegnati. Ecco perché la delibera sulla videosorveglianza che si appresta ad andare in Giunta assume particolare rilevanza. Da anni si parla di questo progetto che ora, come assicura l’assessore Emanuele Imprudente, si appresta finalmente a vedere la luce. << Non so se sarò io a firmare o il mio successore ma la delibera è sostanzialmente pronta - dice - e a breve andrà in Giunta. Era ultimata da tempo ma ci sono state delle modifiche fatte per adeguare il progetto al decreto sicurezza. È una cosa seria, un progetto grande e importante >>. Un progetto da oltre 4 milioni di euro in totale di fondi Usra, compresi sistemi e servizi che riguarderà, come assicura l’assessore, i parchi ma non solo, anche i punti strategici della città e gli ingressi e le uscite dell’Aquila. La speranza dei cittadini è di vedere ridotti gli atti vandalici che purtroppo continuano a susseguirsi in città. Uno degli ultimi casi ha riguardato le nicchiette della scalinata sotto San Bernardino. Non si fa in tempo a ripulirle che vengono ridisegnate di nuovo, così come sotto ai Portici. Per non parlare delle scritte su palazzi nuovi restaurati oppure del vandalismo nei parchi giochi per bambini dove l’ultimo episodio in ordine di tempo ha riguardato quello del castello con danneggiamenti alla panchina, all’altalena e addirittura bulloni trovati svitati dai giochi. Dopo la segnalazione di un genitore, Fabrizio Pieri, il Comune è intervenuto prontamente per non mettere a repentaglio la sicurezza dei più piccini e ha risistemato il tutto chiarendo comunque che si tratta di un parco che viene aperto e chiuso da chi lo gestisce ma, evidentemente, questo non basta per disincentivare i vandali che, probabilmente, riuscendo ad eludere i controlli vi entrano di notte. Nel corso degli interventi, infatti, sono state trovate anche delle bottiglie ed è grave che questo accada in un posto dedicato ai più piccoli. Ad ogni modo, all’interno del più ampio progetto di riqualificazione del Parco del Castello portato avanti grazie alla Fondazione Carispaq, il Comune interverrà anche per un restyling completo del parco giochi, fa sapere Imprudente. L’incarico è stato già affidato ed a breve partiranno i lavori per rimetterlo a nuovo. Si farà una manutenzione straordinaria, si ripitterà, si rimetteranno le stecche, verranno fatti collaudi e verifiche strutturali, sarà risistemato il campo di calcetto e verrà rimesso il giochino per i più piccoli, rotto da tempo. Lavori per circa 17 mila euro di fondi comunali. Su questo parco era già intervenuta l’associazione Forza L’Aquila assieme ad altre associazioni per regalare ai bambini aquilani giochi attrezzati e colorati. Le telecamere vanno benissimo ma il primo passaggio potrebbe essere quello di un maggiore rispetto dei luoghi e delle “cose pubbliche”.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Iscrizione a scuola, la regola aurea per decidere senza discutere

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma