Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

L'Aquila, neonato morto dopo il parto: fatale l'emorragia della placenta

L'Aquila, neonato morto dopo il parto: fatale l'emorragia della placenta
di Marcello Ianni
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 5 Gennaio 2022, 09:06 - Ultimo aggiornamento: 19:21

Eseguita l'autopsia sul neonato deceduto subito dopo essere venuto alla luce all'Aquila. L'esame svolto alla presenza dei medici nominati dalla Procura e di quelli incaricati dagli stessi medici e personale infermieristico che a vario titolo si sono occupati della partoriente, durata circa quattro ore, ha riguardato anche la placenta. Sotto la lente di ingrandimento è finita una emorragia che ha intaccato l'organo vascolare temporaneo. Ora bisognerà capire quanto questo aspetto possa aver influito sulla morte e perché nessuno lo ha diagnosticato. Sequestrata anche la cartella clinica della partoriente.

Secondo quanto denunciato dai familiari, nessuno ha mai sollevato dubbi alla donna né sulla gravidanza né durante il ricovero e negli istanti prima di partorire, il 30 dicembre. Addirittura nessuno ha prospettato alla gestante un parto cesareo, particolare che ha rincuorato la donna. Tutto bene anche all'interno della sala parto, ma quando il neonato è venuto alla luce non è stato affidato alla mamma, ma è rimasto tra le mani del personale medico che a perdifiato ha tentato per circa quaranta minuti di rianimarlo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA