L’Aquila, Ama: dipendente minaccia di buttarsi dal tetto, allarme subito rientrato

Mercoledì 1 Gennaio 2020
L’Aquila, Ama: dipendente minaccia di buttarsi dal tetto, allarme subito rientrato

L’AQUILA - Momenti di tensione questa mattina nella sede dell’Ama a via Campo di Pile. Un dipendente aquilano di 53 anni della municipalizzata comunale è salito sul tetto dell’azienda minacciando il suicidio. Sul posto sono arrivati immediatamente i carabinieri della Compagnia dell’Aquila e personale del 118. L’allarme è rientrato poco dopo quando l’uomo si è deciso a scendere. A quanto pare il dipendente dell’Ama avrebbe parlato di motivi personali legati anche al mancato riconoscimento di una malattia e a problemi con l’azienda circa la sua posizione lavorativa, a quanto sembra, ma sarebbe emerso anche un certo malumore un pó di tutti i lavoratori legato all’assemblea di ieri in azienda nella quale non sarebbero state rispettate secondo i sindacati le promesse in merito alla contrattazione di secondo livello, anzi la situazione sembrerebbe essere tutt’altra. Fatto che ha spinto i sindacati a lasciare la riunione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA