L’Aquila, al Conservatorio torna ElettroAQustica

Lunedì 7 Ottobre 2019 di Daniela Rosone
L’AQUILA - ElettroAQustica è il titolo della rassegna annuale di musica elettronica e arti intermediali organizzata dal Dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie del Conservatorio A.Casella dell’Aquila. Per la seconda volta quest’anno ospita la sezione Musica Elettronica del Premio Nazionale delle Arti che viene promosso ogni anno dal MIUR nei Conservatori italiani.
 
Una rassegna di ben cinque giorni in cui saranno protagonisti, ora in veste di compositori, ora di esecutori di brani di maestri del ‘900, gli allievi del Dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie del Conservatorio in un dialogo costante fra tradizione elettroacustica, innovazione e sperimentazione. Gli allievi saranno guidati dai docenti - maestri Maria Cristina De Amicis, Agostino Di Scipio, Alessio Gabriele e Marco Giordano. Saranno utilizzate le tecnologie più innovative in campo musicale, a testimonianza dello stretto legame tra musica, scienza e tecnologia di cui vive il prodotto musicale elettroacustico.
 
La rassegna elettroAQustica ormai è giunta alla sua quinta edizione ed è una realtà consolidata nata con l’ambizione di essere parte integrante del percorso formativo degli studenti del Conservatorio. 
Costituisce inoltre un momento di confronto con il pubblico, a conclusione delle attività didattiche e di produzione creativa, puntando a quella stretta sinergia di musica, scienza e tecnologia che è peculiare della musica elettroacustica.
L’obiettivo è pure presentare, grazie a ospiti di rilievo dello scenario italiano e internazionale, opere contemporanee di vario tipo, anche nella loro eventuale forma spettacolare, contribuendo alla diffusione di tendenze, strumenti ed elementi di conoscenza che rinnovano il senso del concerto e le modalità di ascolto.
 
Il concerto inaugurale si terrà martedì 8 ottobre presso l’Auditorium del Conservatorio alle 20. Il concerto, dal titolo “Generazioni elettroacustiche” vedrà proporre opere di Simone Scarazza, Gabriele Boccio, Maurizio Di Berardino, Roberto Doati, Giordano Ianni, Nathaniel Haering che saranno eseguite da Stefano Giacomelli, Virginia Guidi, Carlo Giampaolini e Lorenzo Canzonetti. 
Virginia Guidi sarà di nuovo protagonista di un interessante incontro di studio il 9 ottobre alle 11, momento riservato a cantanti, compositori e a tutti coloro che sono curiosi di sperimentare, attraverso la riflessione e un po’ di gioco, la voce. 
 
Con il concerto invece del 9 ottobre, sempre alle 20, si apriranno i lavori del XIV Premio Nazionale delle Arti – Sezione musica elettronica e nuove tecnologie. Una serata in cui sarà protagonista la giuria del Premio. Daniel Teruggi (Francia), compositore argentino, direttore per oltre vent’anni del GRM di Parigi e poi direttore del Dipartimento Ricerca dell'INA (Institut National dell'Audivisuel), Makis Solomos (Francia) professore di Musicologia all’Università di Parigi 8, nonché direttore del gruppo di ricerca MUSIDANSE e da Gianni Trovalusci (Italia), flautista e affermato interprete di musica contemporanea. 
In programma opere di Daniel Teruggi, Beatriz Ferreira, Walter Branchi, Iannis Xenakis, Lidia Zielińska eseguite da Daniel Teruggi, Gianni Trovalusci, Federico Mari Fiamma e Maurizio Di Berardino.
 
Le giornate del 10 ottobre e dell’11 saranno dedicate alle sessioni d’ascolto del XIV Premio Nazionale delle Arti. Allievi provenienti da 16 Conservatori italiani animeranno gli spazi di via Francesco Savini all’Aquila..
All’interno delle due giornate del Premio sono previsti anche due Incontri di Studio con Daniel Teruggi e Makis Salomos sul rapporto tra la musica e la tecnologia.
I lavori si chiuderanno Sabato 12 Ottobre alle 19 con il Concerto dei Finalisti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma