Incidente, Flavia morta. Simone si sveglia dal coma: «Dove è la mia amica»

Incidente, Flavia morta. Simone si sveglia dal coma: «Dove è la mia amica»
di Tito Di Persio
2 Minuti di Lettura
Lunedì 29 Agosto 2022, 08:16 - Ultimo aggiornamento: 12:37

ROSETO «Dove sono le mie amiche C.D.G. e Flavia?». È la prima cosa che Simone Hoxha ha chiesto alla madre ieri pomeriggio quando è andata a trovarlo. Il 21enne calciatore rosetano si è svegliato dal coma sabato sera. Simone, Flavia Di Bonaventura e C.D.G., domenica 21 agosto, alle 4 del mattino, mentre tornavano a casa in bici dopo una festa, sono stati travolti, a Scene di Pineto, in provincia di Teramo, dall'auto condotta dal 34enne, Davide De Felicibus. Il cameriere è risultato positivo all'alcotest e l'auto che guidava, la Fiat Panda di una parente, era senza copertura assicurativa e senza bollo: da sabato è agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico su disposizione del gip del tribunale di Teramo, Roberto Veneziano, che ha accolto la richiesta del pm Davide Rosati, per i reati di omicidio stradale aggravato e lesioni gravi. Secondo il gip sussiste il pericolo di reiterazione del reato.

 


Intanto Roseto si è svegliata con una buona notizia, Simone si è svegliato dal coma. «Dai mamma, chiama le mie amiche ha detto il giovane - vorrei uscire e andare a fare una passeggiata con loro». Poi ha parlato degli amici e della voglia di tornare a casa. I genitori del 21enne raccontano che il ragazzo non ricorda ancora di aver avuto l'incidente e non sa che Flavia Di Bonaventura, studentessa di 22 anni, non ce l'ha fatta. Simone, poche ore dopo l'incidente, è stato operato alla testa per un ematoma epidurale. Un intervento delicato, coordinato dall'equipe di Neurochirurgia dell'ospedale di Teramo. Fuori dal nosocomio ieri un gruppo di supporter del Roseto basket e amici del ragazzo hanno issato uno striscione: «Forza Simone lotta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA