Casette galleggianti al porto, indagine della Finanza

Mercoledì 21 Ottobre 2020 di Francesco Marcozzi
Casette galleggianti al porto, indagine della Finanza

La Guardia di Finanza di Pescara ha aperto un’inchiesta sulla casette galleggianti nel porto di Giulianova della società “Narramondo”, che sono state l’attrazione più originale dell’estate giuliese. Le motivazioni non si conoscono, ma ieri mattina agenti delle fiamme gialle si sono recati dapprima negli uffici dell’Ente Porto Giulianova per verificare i documenti relativi alla concessione, che sono stati di competenza dell’Ente. La Finanza ha, poi, avuto un incontro con i rappresentanti della società organizzatrice dell’iniziativa.


Alcuni mesi la sezione Porti della Regione inviò una richiesta di informazioni all’Ente Poto, al Comune e alla Capitaneria di Porto perché, ognuno, per le proprie competenze, indicasse quale fosse stato il suo ruolo nel rilascio della licenze, nell’organizzazione dell’iniziativa e tutti risposero in base a quello che veniva richiesto, rilasciando in pratica indicatori positivi. Non se ne seppe più nulla, ma poi si appurò che per la Regione problemi non c’erano a carico dell’iniziativa. Cosa sia accaduto dopo non si sa, si sa invece che ieri la Finanza è stata a Giulianova ed ha avviato una serie di controlli anche sulle casette. Qualsiasi decisione ufficiale è attesa per oggi.
Per la cronaca all’interno del porto di Giulianova, inserito in un contesto esclusivo era nato il primo resort sull’acqua con inaugurazione il primo marzo.

 

«Con l’arrivo delle prime tre unità – dichiarò l’ideatore Manolo Di Pietro - si dà finalmente vita a un’idea che mette l’ospite in una nuova dimensione. Un originale soggiorno che consentirà di provare la sensazione di una vera e propria imbarcazione che galleggia in acque sempre tranquille, con le comodità di un’abitazione munita di ogni comfort. Un concetto alberghiero alternativo, rivolto a tutti coloro che vorranno vivere un’esperienza immersiva fortemente caratterizzata da un elemento: il mare. Si tratta di un progetto che parte dall’ascolto del mercato e dalla conoscenza acquisita da anni di locazioni di unità immobiliari adibite a case-vacanza, ma soprattutto dalla convinzione che lo sviluppo e la crescita passino per l’innovazione».
L’idea è stata coronata da un grande successo e le cassette galleggianti sono state affittate per tutta la “stagione” ed altre con commenti positivi da parte di quanti vi avevano trascorso le vacanze. Tramonti sul mare, brezza marina e relax lontano dal caos, ma anche il fascino seducente della città di Giulianova e del territorio limitrofo fatti di storia, cultura, arte, ristorazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA