Giovanni Mazzetta si era salvato dal terremoto, si vaccina ma viene stroncato dal Covid

Abruzzo, l'uomo era stato un dipendente comunale

Si era salvato dal terremoto, Giovanni Mazzetta si vaccina ma viene stroncato dal Covid
di Tito Di Persio
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Febbraio 2022, 07:45 - Ultimo aggiornamento: 08:38

Covid, si contano due decessi nel Teramano. Giovanni Mazzetta, aveva 73 anni, era completamente immunizzato ed è morto nel reparto di Terapia intensiva del Mazzini. Nel suo paese a Tossicia lo conoscevano tutti: è stato un ex dipendente del comune, ruolo che adesso ricopre uno dei figli.

«Si era salvato dal terremoto per essere ucciso da questo virus», dice un suo amico. Infatti la sua abitazione aveva subito dei seri danni strutturali e l’uomo viveva in un Sae (Soluzione abitativa in emergenza). Tutti in paese lo descrivono come una persona per bene e un grande cacciatore. «Tutti l’amministrazione comunale si stringe al lutto che ha colpito un nostro dipendente e la famiglia Mazzetta», dichiara la sindaca Emanuela Rispoli. L’uomo lascia i figli Stefano ed Emanuele.

Scuola, quarantena più breve alle elementari: in Dad con tre positivi. Medie e superiori, cosa cambia con i tamponi

Omicron, il picco è stato superato: «Ma solo per i vaccinati. E il virus sta diventando endemico»

Molto noto era anche A.P. 79 anni, di Isola Del Gran Sasso. Gestiva con il figlio il ristorante e Pizzeria Il Casolare ad Isola. L’anziano aveva solo una dose di vaccino, perché durante il periodo di attesa per fare la seconda, aveva avuto dei problemi di salute e quindi gli era stata temporaneamente sospesa l’inoculazione. Purtroppo si è incontrato con il Covid che non gli ha lasciato scampo. Lascia la compagna Annaluisa, i figli Valerio e Giulia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA